I migliori forni per pizza

I migliori forni per pizza
CategoriaIl nostro parereDescrizioneAcquista oraDettagliRecensioni
Forni a guscioPrimo prezzo di qualitàForno elettrico a guscio- doppia piastra di cottura (inferiore e superiore) selezionabile
- Temperatura regolabile fino a 180°
- Finestra e spia di controllo
- Anche se la temperatura max non è elevatissima, il contatto diretto con la piastra è efficace
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Forni a guscioIl nostro preferitoForno elettrico a guscio con piastra in ceramica- tempi di cottura brevi per un minore consumo rispetto al forno
- padella estraibile
- cottura fino a 350°
- piastra refrattaria in ceramica
- palette in dotazione
- disponibile in due colori (rosso o nero)
4 out of 5 stars (4 / 5)
Forni a guscioTutta la qualità ArieteForno elettrico a guscio con piastra in pietra refrattaria- la cottura rende la pizza soffice e croccante
- risultato garantito dalla altissima temperatura di 400° per una cottura rapidissima
- pietra ollare per cottura uniforme
- bastano 4 minuti
- ottima per torte, panzerotti, etc.
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Forni a grigliaOttima soluzione a grigliaForno elettrico a griglia con piastra in argilla refrattaria- realizzato in acciaio inox
- ampia superficie di cottura
- piastra in argilla refrattaria
- temperatura fino a 350°
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Forni a grigliaLa scelta professionaleUn forno a gas da giardino per risultati da pizzeria- stesso funzionamento di un forno a legna
- temperatura fino a 500°
- facile da trasportare
- ampia apertura per pizze più grandi
- bombola non inclusa
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

Forni per pizza napoletana a casa

Un piatto che non ha bisogno di presentazione, e che merita di essere preparata nei migliori forni per pizza!

Una vera bandiera della cucina italiana nel mondo, e nel caso della pizza, il termine è ancora più appropriato, grazie ai colori verde, bianco e rosso, con i quali il basilico, la mozzarella e il pomodoro trasferiscono a questo piatto tutta la solarità e la bontà di cui solo il paese a forma di stivale è capace.

L’italia è piena di pizzerie, intendiamoci, e non c’è niente di più bello che condividere con i propri amici o i propri cari una piacevole serata davanti ad una bella pizza filante e ad un bicchiere di birra o della propria bibita preferita. E’ vero però che sempre più persone amano coccolarsi con una vera pizza napoletana fatta in casa, nel comfort e nel relax delle mura domestiche.

La cottura è tutto, ma quali sono le altre caratteristiche di una buona pizza fatta in casa?

Per fare una pizza da vero pizzaiolo devono però essere rispettati alcuni criteri fondamentali.

Se non hai un forno per pizza devi curare innanzitutto l’impasto, fatto solamente con acqua, sale, lievito e farina. Per l’acqua, va benissimo quella del rubinetto, meglio se ad una temperatura di circa 20-22 gradi. Parlando della farina, questa può essere di tipo 00 ma sempre di più è comune sperimentare con impasti a base di farina integrale, kamut, di canapa o, nel caso di persone allergiche o intolleranti, con farina senza glutine. In merito al lievito, è possibile utilizzare il lievito di birra o quello di tipo secco. Per il sale, invece, nessun problema ad usare il classico sale da cucina.

Altro aspetto fondamentale è la lievitazione, che dovrà avvenire per circa un paio d’ore in un luogo caldo, intorno ai 25 gradi, fino a che l’impasto raddoppi il proprio volume.

Anche la stesura dell’impasto, che deve essere effettuata su una superficie su cui sia stato spolverato un velo di farina, con un movimento delle mani dal centro verso l’esterno, facendo girare via via l’impasto, così che l’aria presente all’interno dello stesso vada nella direzione del cornicione, permettendo in questo modo di evitare bolle d’aria all’interno della pizza e rendendo il bordo più soffice.

Per i condimenti, via libera alla propria fantasia, anche se per realizzare una vera pizza gourmet è bene affidarsi a prodotti di prima qualità, del territorio e ovviamente di stagione.

Si sceglieranno quindi ingredienti diversi a seconda del periodo dell’anno, sia esso Natale, Pasqua, Ferragosto, Halloween, una festa per bambini, una cena con amici o semplicemente i propri gusti, senza dimenticare che una classica pizza margherita cotta in modo corretto non lascerà neanche una fetta nel piatto!

La cottura della pizza

Secondo il disciplinare della vera pizza napoletana, la cottura deve avvenire tassativamente in un forno a legna, con una temperatura superiore ai 400 gradi, fino ai 480, per la precisione, condizione che permette di cuocere una pizza in circa un minuto, un minuto e mezzo.

Ma come riprodurre le temperature elevate di un forno a legna nella propria abitazione?

Se non disponi di un forno a legna, ci sono alcuni trucchi che si possono applicare, per cercare di ottenere un risultato degno della migliore pizzeria, ad esempio, si può procedere con una pre-cottura della pizza su una padella sufficientemente calda, per il tempo necessario affinchè l’impasto cominci a risultare dorato. Successivamente si potrà inserire la pizza in forno per procedere con la normale cottura.

Anche se si utilizza un comune forno domestico, è importantissimo però rispettare alcuni criteri fondamentali.

La temperatura deve essere quanto più alta possibile. E’ quindi necessario preriscaldare il forno al massimo, normalmente intorno ai 200 gradi.

Bisogna poi prestare attenzione a posizionare la griglia alla massima altezza possibile, in modo che la pizza, una volta infornata, cuocia il più vicino possibile alla resistenza.

Un ultimo trucco, consigliato dagli esperti, è quello di lasciare lo sportello del forno leggermente aperto in modo che questo non vada in temperatura continuando dunque a lavorare al massimo per i minuti necessari alla cottura della stessa, il tutto ovviamente deve essere fatto con attenzione e nel rispetto di tutti i criteri di sicurezza!

I migliori forni per pizza

La soluzione ideale è ovviamente dotarsi di uno strumento più professionale e fortunatamente la rete offre moltissime soluzioni a riguardo. Vediamo nel dettaglio quali sono le più comuni e come orientarsi nella scelta.

I modelli

In generale i modelli più diffusi in commercio possono avere una struttura di tipo a guscio o rettangolare e possono ospitare una o più pizze contemporaneamente.

Le temperature

La temperatura massima può andare dai 230 ai 450 gradi centigradi, alcuni sono dotati di timer, altri no.

Il diametro

In generale tutti i migliori forni per pizza rispettano il corretto diametro necessario a cuocere una pizza napoletana che si rispetti, che secondo il disciplinare deve essere all’incirca di 30 centimetri.

La pietra

Un altro aspetto che si deve considerare, quando si sceglie un forno per la pizza cotta in casa, è la possibilità di estrarre la pietra di cottura, per poterla sanificare correttamente, generalmente con un panno umido o utilizzando prodotti specifici. Questa, solitamente è di tipo ollare o refrattario.

Gli accessori

Alcuni forni portano in dotazione alcuni accessori che possono essere davvero utili, quali una pala per informare, una rotella per tagliare, una griglia e perché no, un ricettario.

Le potenze

Le potenze variano generalmente nell’intervallo tra i 1000 e i 1300 Watt e questo è un aspetto che non bisogna sottovalutare perché impatta direttamente sui consumi elettrici.

I migliori forni per pizza a guscio

Possiamo dire che i modelli a guscio hanno il vantaggio di offrire minimo spazio tra la pietra e la superficie superiore, che ospita la serpentina riscaldante, permettendo così il massimo riscaldamento in tempi davvero rapidi con nessuna dispersione di calore. Lo svantaggio consiste nel fatto che permettono la cottura di una sola pizza per volta.

Alcuni forni a guscio hanno poi il vantaggio di avere due pietre, una inferiore e una superiore, al posto della serpentina. Questo può essere un vantaggio sia per quanto concerne la cottura della pizza ma anche per la cottura di altri preparati da forno, come pane, piadine o torte.

Bisogna prestare attenzione al fatto che alcuni modelli di forni a guscio hanno pietre refrattarie che necessitano di un pre-riscaldamento sul fornello prima di poter essere utilizzate, cosa che può rendere più laboriosa la preparazione delle nostre pizze.

I migliori forni per pizza a griglia

I modelli a griglia offrono ovviamente più spazio e questo può essere uno svantaggio per il più rapido raggiungimento della temperatura ma offrono un maggior comfort di manovra e possono permettere la cottura di più pizze contemporaneamente, hanno peraltro un ingombro e un costo superiore.

CategoriaIl nostro parereDescrizioneAcquista oraDettagliRecensioni
Forni a guscioPrimo prezzo di qualitàForno elettrico a guscio- doppia piastra di cottura (inferiore e superiore) selezionabile
- Temperatura regolabile fino a 180°
- Finestra e spia di controllo
- Anche se la temperatura max non è elevatissima, il contatto diretto con la piastra è efficace
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Forni a guscioIl nostro preferitoForno elettrico a guscio con piastra in ceramica- tempi di cottura brevi per un minore consumo rispetto al forno
- padella estraibile
- cottura fino a 350°
- piastra refrattaria in ceramica
- palette in dotazione
- disponibile in due colori (rosso o nero)
4 out of 5 stars (4 / 5)
Forni a guscioTutta la qualità ArieteForno elettrico a guscio con piastra in pietra refrattaria- la cottura rende la pizza soffice e croccante
- risultato garantito dalla altissima temperatura di 400° per una cottura rapidissima
- pietra ollare per cottura uniforme
- bastano 4 minuti
- ottima per torte, panzerotti, etc.
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Forni a grigliaOttima soluzione a grigliaForno elettrico a griglia con piastra in argilla refrattaria- realizzato in acciaio inox
- ampia superficie di cottura
- piastra in argilla refrattaria
- temperatura fino a 350°
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)
Forni a grigliaLa scelta professionaleUn forno a gas da giardino per risultati da pizzeria- stesso funzionamento di un forno a legna
- temperatura fino a 500°
- facile da trasportare
- ampia apertura per pizze più grandi
- bombola non inclusa
4.5 out of 5 stars (4,5 / 5)

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *